L'Olan

olan traversée
L'Olan


L'Olan, il "Dru" del Delfinato, può essere descritto in molti modi. Il primo aggettivo che mi viene in mente è "remoto". Isolato, invisibile dal fondovalle, questo formidabile picco si erge alla testata di un lungo vallone nel sud degli Ecrins. Il punto di partenza per la salita in traversata è un villaggio che si chiama "Désert": quattro case, qualche orto e un mucchio di pecore.



traversée de l'Olan
Salita alla Brèche Carrée



Già raggiungere il Désert è stata un'avventura: bivacco al Moncenisio, quindi lungo giro in auto intorno al massiccio degli Ecrins per ritrovare Luca a La Chapelle en Valgaudemar... Dal Désert siamo saliti al Refuge de Font Turbat. Questo nome "suona bene": è cupo, duro, perfetto per descrivere l'ambiente che si trova alla base del gigantesco salto verticale della nord ovest dell'Olan.


traversée de l'olan
La Diaclase


Ovviamente noi, la nord ovest, l'abbiamo solo guardata: le vie che la affrontano direttamente sono fuori dalla mia portata. La traversata, al contrario, è proprio il genere di vie che piacciono a me: un percorso logico, naturale; un cammino esposto che collega i punti deboli di una grande parete; una traversata di cresta con tratti in "plein gas". Il tutto su minimi secondi e terzi gradi, ma attenzione: c'è davvero tanta aria sotto i piedi!


traversée de l'olan
Arête Nord


Oltre al panorama, alla bella roccia, alla storia e alla logica intelligente del percorso, la Traversata dell'Olan ha un pregio: la Diaclase. Vale la pena di affrontare il viaggio fin qui solo per fare l'esperienza di camminare in questa gigantesca vena rocciosa. Quasi una "trincea" naturale che solca un intero versante e offre un passaggio rapidissimo e comodo per raggiungere la cresta nord. 



traversée de l'olan
Ecrins-vista circolare


La Traversata dell'Olan unisce due classiche: salita per l'Arête Nord, discesa per la Voie Escarra. La cresta nord, alla quale si accede percorrendo la Diaclase, culmina sulla punta nord (massima elevazione) dell'Olan. La discesa si fa lungo la Voie Escarra, che segue la cresta est fino alla Brèche Escarra. Da qui si passa in versante sud, su terreno molto esposto, fino a mettere piede sul Glacier de l'Olan. Più in basso, segnalato dalla bandiera dei pirati, si trova il Refuge de l'Olan, dove si può ritenere conclusa la traversata. Restano solo 1200 penosi metri di discesa su sentiero fino al fondovalle...


voie escarra
Voie Escarra


voie escarra
Doppia sulla Voie Escarra

Commenti